Tra le perle dell’Oceano Pacifico c’è un luogo incantato dove la bellezza mozzafiato della natura offre spettacoli variegati e affascinanti che si fondono in perfetta sintonia con uno straordinario mix culturale, stiamo parlando dell’arcipelago della Nuova Caledonia.

Il periodo migliore per programmare un viaggio in Nuova Caledonia va da Aprile a Novembre, durante l’inverno australe, ovvero la stagione secca.
Dopo un volo dall’Europa piuttosto lungo, con scalo in Giappone o in Australia, si atterra nella capitale, Nouméa. Qui le case coloniali, le vestigia dell’armata distribuite qua e là, le baie riparate riflettono da subito la magnifica mescolanza culturale tipica dell’arcipelago.

Da non perdere il coloratissimo mercato, aperto tutti i giorni dalle 5.00 alle 11.00; la baia di Citrons , con le sue incantevoli spiagge e i suoi locali e ristoranti; l’anse Vata, sede di numerose attività nautiche e il centro culturale Tjibaou, progettato dall’architetto Renzo Piano, al cui interno vi è una vasta collezione di arte contemporanea e tradizionale Karnak. Le strade in buono stato permettono di compiere con facilità un giro dell’isola in macchina o in moto.

Durante il viaggio, l’alternanza di paesaggi diversi fa parte dei momenti privilegiati e indimenticabili che caratterizzano il soggiorno dei visitatori.Salendo verso Nord, si scopre la costa Ovest, il “Far West Caledoniano” con i suoi altipiani e i grandi allevamenti di cavalli. Lungo questa costa si trova il famoso “cuore di Voh”, un cuore di mangrovie disegnato dalla natura e visibile solo dall’alto.

Nella parte orientale della Grande Terra domina una vegetazione lussureggiante, questo è il luogo delle cascate, delle scogliere di calcare nero, ma anche delle tribù melanesiane nascoste nelle vallate e delle cave che ispirano mistero.Si tratta di una terra con un fascino speciale che sa unire alla bellezza dei panorami, alla gentilezza e l’accoglienza di un popolo ricco di tradizione, usanze e leggende.

La Nuova Caledonia non è soltanto la Grande Terra, ma è anche il mare cristallino ed incontaminato delle isole che la circondano.Tra queste una menzione speciale all’isola di Lifou, con le sue spiagge bianchissime e la vegetazione lussureggiante , l’isola di Ouvéa, considerata una delle più belle isole del Sud Pacifico con la sua spiaggia costeggiata di palme, che si estende per 25 km, e l’inconfondibile Isola dei Pini, con le sue mille baie, la sua costa bordata di bordata di pini e palme e le spettacolari lagune azzurre punteggiate da grandi formazioni rocciose .

La Nuova Caledonia, ribattezzata “l’isola più vicina la Paradiso” saprà sorprendervi con l’autenticità e i contrasti della laguna più grande del mondo.

 

Contattaci per maggiori informazioni